mercoledì, marzo 28, 2007

I marziani

Stamattina ero a casa e ho assistito in tivù a uno spettacolo stratosferico: Phelps e Manaudou.
Partiamo dal primo: Michael Phelps si è sbuffoneggiato tutti nei 200 farfalla, con una tranquillità imbarazzante. In realtà anzi, a pensarci bene, non si è sbuffoneggiato nessuno, perché lui è talmente avanti, è talmente di un altro pianeta, che i suoi rivali nemmeno esistono. Ha vinto abbassando di quasi un secondo il suo precedente record del mondo, dando 3 secondi di distacco al secondo, ovvero la stessa distanza temporale che c'è stata tra il 2° e l'8° classificato! MOSTRUOSO.
La linea rossa del record del mondo gli arrivava ai piedi, dato che tutto il suo corpo era tutto davanti al record del mondo (comunque già suo!)
Pianeta Phelps: Phelps 1°
a 3 secondi:
Pianeta Terra.

Veniamo ai 200 stile donne: Federica Pellegrini, fresca di record del mondo ieri, si è dovuta arrendere a Laure Manaudou e Annika Lurz, che hanno letteralmente polverizzato il suo record precedente (cioè di ieri!). Federica ha fatto comunque una gran gara e si è presa un meritato bronzo.

Tutto questo senza dimenticare comunque l'eterno Rosolino che resiste sempre tra i migliori al mondo...
E ora Magnini!

9 commenti:

la fouine ha detto...

carlo io lo dico già da anni: phelps è la versione bombatissima del basa, non credi?

secondo te cosa ascolta nel pregara? io dico rondò veneziano.
ma soprattutto, avrà un ipod da 30 giga o il nano da 4?

robbie ha detto...

ma non hi capito una cosa.
ma prima di ieri il 200 stile libero qualcuno lo aveva mai praticato?
mai successo che i record del mondo vengano sbriciolati con una scioltezza così balleriniana.

bonnie ha detto...

il secondo rispetto a phelps sembrava un bimbo in acqua con un adulto.

l'ha detto il tipico commentatore del nuoto, e mi ha fatto molto rodoro.

Pietrus ha detto...

Sono d'accordo con Robbie. C'è qualcosa che puzza. Vada per la Manadou che lo abbassa di un secondo, me se una tedesca non con grandi ambizioni fa lo stesso, c'è qualcosa che non torna (uno potrebbe obiettare che anche la Pellegrini poteva fare uguale, ma che lei non regga la tensione delle finali non è una novità). Avranno studiato appositamente i cordoli di separazione delle corsie in modo che le onde generate dal nuotatore non tornino indietro verso il nuotatore aumentando la resistenza. Però secondo me è una cazzata, perchè bisognerebbe uniformare il modo di costruirli, non vedo perchè paragonare record di atleti che hanno corso in piscine completamente diverse. Solo un modo per fare i titoli sui giornali, e drogare i risultati attirando pubblico e attenzione dei media.

fayna ha detto...

pietrus sono d'accordo che tra cordoli separatori, fondale foracchiato assorbi-onde e la densità dell'acqua, di certo qualche decimo lo rubano. Io però non sono contrario a questo tipo di cose. Finchè si tratta di apportare migliorie a tutine e cuffie ci sta. L'importante è che non arrivino a salare l'acqua, fornire pinne o accettare doping. Anche se quello gira di brutto, basti vedere le inspiegabili posizioni sul podio di nuotatori CINESI (sembra un ossimoro ma è così).
Negli anni 50 nuotavano coi baffi e il costumino, non sapevano niente di aerodinamicità (acquodinamicità) quindi è giusto che pagassero la loro ignoranza, non credi?

robbie ha detto...

fayna sono d'accordo con... vabè parliamo un po' di calcio?

Pietrus ha detto...

Sono d'accordo che la tecnologia deve fare il suo compitino ogni volta. Però quanto resta di più nell'immaginario collettivo un Mark Spitz che vince 7 medeglie d'oro alle Olimpiadi di Monaco, con tanto di folta chioma e baffi e senza cuffia ?
Poi attenzione, gli anni 50 sono un'eternità fa, però per dire il Tonno Thorpe di qualche anno fa in questa piscina se lo sarebbe magnato Phelps. Adesso tutti a dire che Phelps ha fatto un tempo spaziale. Adesso che qualcosina in più di fluidodinamica si sa, si può anche decidere una volta per tutte come vanno costruite le piscine e mettere un pò un freno a questi record a pioggia a ogni competizione.

théo ha detto...

per me è la densità dell'acqua, nn ce n'è.

ma volete dirmi che c'è gente che va + forte di thorpe?

e soprattutto di popov, che ha fatto una finale con VDH, G. Hall Jr. e compagnia bella?

puzza puzza

Nikodejan ha detto...

Per me è tutta colpa di Moggi e del fatto che non ci sono più le mezze stagioni.
Se poi aggiungiamo il fatto che si stava meglio quando si stava peggio....
Cmq l'evoluzione dei materiali e delle strutture in cui si patrica sport c'è sempre stata e sempre ci sarà.
20 anni fa gli sciatori scendevano con dei tronchi e facevano lo slalom con paletti rigidi, le piste di atletica sono passate dalla terra battuta al cemento al tartan...e variano di elasticità.
Normale che cambino le piscine e che i campi da calcio vengano realizzati in erba sintetica.
Non è normale che le donne cinesi siano alte alte 1.90, abbiano i baffi e sollevino 120 kg. in panca.

Nikodejan